MAKIGAMI: MAPPATURA DEI FLUSSI NEGLI UFFICI

Destinatari

Direttori di stabilimento, lean manager, responsabili di produzione/canali produttivi, responsabili e addetti al controllo di gestione, addetti amministrazione e finanza.

Obiettivi

Mappare le attività è doveroso in ogni percorso lean non sono nell’area manufacturing ma anche nelle aree commerciali piuttosto che amministrative.

Il Makigami è uno strumento fondamentale per analizzare nel dettaglio le fasi e anche i tempi delle diverse attività e il valore aggiunto che esse portano. Lo strumento, nato in Giappone nei primi anni ’90, ha un’applicazione importante nei processi di servizio delle aziende (ad esempio settore marketing, commerciale, amministrazione, acquisti, …), nei processi delle organizzazioni nel settore servizi e non meno importante, nella Pubblica Amministrazione. Viene solitamente usato in combinazione con la Visual Stream Mapping e serve a rappresentare precisamente i processi di business laddove il prodotto non è “tangibile”.

Contenuti

  • I principi lean
  • Perché mappare i flussi
  • Il metodo Makigami
  • Gli errori più comuni
  • Casi pratici

Docenti

Andrea  Bet  –  Ingegnere  meccanico  e  Executive  MBA.  Da  dirigente  ha  guidato  prima  come  direttore  operations  tre stabilimenti asiatici di Electrolux Professional e in seguito sei stabilimenti tra Messico e Cina. Dal 2004 è consulente direzionale  con  approccio  “kaizen”.  Guida  un  team  di  consulenti  della  ditta  LEANBET,  per  supportare  a  360°  la “trasformazione lean profonda” che ogni azienda cerca. Insegna dal 2019 come docente del corso di “Gestione della produzione” ad Ingegneria Meccanica di Ferrara, al Master in “Operation & Supply Chain” e “Lean Manufacturing” del CUOA e al Master EMBA dell’Università di Udine.